Questo sito utilizza cookie tecnici. Sono inoltre installati cookie tecnici di terze parti. Cliccando sul pulsante Accetto oppure continuando la navigazione del sito, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie.
Per maggiori informazioni, anche in merito alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.

Job.Scuola.Idee

raccolta di idee e strumenti per una DIDATTICA moderna

Sono stato in Giappone per 17 giorni. Pochi per dire di aver visitato il Paese, abbastanza per riportare delle impressioni che esprimo in qualche riflessione, senza la pretesa di scrivere un diario di viaggio-tipo per una delle tante rubrica “turisti-per-caso”. Infatti, non troverete qui indicazioni di alberghi, descrizioni di luoghi visitati, costi sostenuti, ma soltanto una raccolta di emozioni in un incontro breve senza la preoccupazione di rispettare i canoni turistici prefissati. Comunque il mio programma di viaggio ha ricalcato quello consigliato a chi si avvicina per la prima volta al Giappone: da Osaka a Tokyo per i principali centri di Nara, Kyoto, Kanazawa, Takayama (il viaggio può essere svolto anche all’inverso da nord verso sud, ma la prima scelta offre il vantaggio di arrivare alla capitale con un minimo di preparazione e di allenamento alla infinità di cose della città e che possono apparire travolgenti, o almeno così lo pensavo io).

Con una premessa.

 Tutti i principali tour operatori presentano programmi di viaggio in Giappone, di solito di una dozzina di giorni, con possibili estensioni, più o meno indicando nei loro cataloghi le località più “gettonate”, minime indicazioni orientative e le solite immagini di richiamo: il traffico di Tokyo, il monte Fugji, il treno proiettile, richiamo ai templi più famosi.... e quindi il Giappone, paese già lontano e misterioso, con una lingua incomprensibile, appare oggi fascinosamente alla portata di tutti e la presenza di semplici turisti italiani e non dei tradizionali operatori economici la si avverte.

Ma perché scegliere questa meta, superando qualche incertezza iniziale?


SITO INDIPENDENTE sponsorizzato da "Didatec"   

© Didatec di Urbani Francesco - Via Galvani, 33 - 36078 Vladagno (VI) P.I. 03601840246

Cerca

Esercizi

Job Scuola, propone in via sperimentale una serie di esercizi GRATUITI di Matematica per la Scuola Elementare e Invalsi (già attivi) e per la Scuola Media (in costruzione).

Gli esercizi di matematica vengono proposti come ripasso ed esercitazione per migliorare la velocità di elaborazione, come ripasso prima del ritorno a scuola e per il recupero scolastico.

Se trovate qualche errore Vi saremo molto grati per una segnalazione; scrivete qui; grazie.

SPONSOR

Tecnologie per la didattica.

 

RSS
SITO INDIPENDENTE sposorizzato da "Didatec"  Internet provider