Questo sito utilizza cookie tecnici. Sono inoltre installati cookie tecnici di terze parti. Cliccando sul pulsante Accetto oppure continuando la navigazione del sito, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie.
Per maggiori informazioni, anche in merito alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.

Job.Scuola.Idee

raccolta di idee e strumenti per una DIDATTICA moderna

Appunti per un compito psicopedagogico nel tempo scolastico 

di Antonio Boscato

Premessa

Tesi: perché per svolgere un discorso su scuola ed educazione integrale io decido di partire dal tema della paura? Devo dare ragione di ciò. La paura non è un fatto privato, come può essere una tonsillite, una influenza, ma è una delle condizioni comuni in cui vive la gente oggi, per cui è anche un fatto importante la sua conoscenza e, per quanto possibile, una sua gestione; è quindi un problema che tocca l’educazione.

Quello che genericamente viene indicato come disagio che si presenta in tante forme, ha un elemento unificante comune: il fatto che noi in ogni istante, fase della nostra vita siamo soggetti a tante forme di paura, esistenziali: del futuro, morte, malattie… paura di perdere l’amore  oppure occasionali: angoscia di perdere il lavoro…, poi ci sono paure che provengono direttamente dal contesto in cui viviamo: paura della delinquenza, ad esempio, i cambiamenti che avvengono nel quartiere, molti atteggiamenti e comportamenti che ci sembrano pericolosi da parte della gente, il traffico in città (da qui nasce la grande (?)  questione se lasciare i ragazzi fino a 14 anni andare a casa e muoversi per la città da soli)…  Ma è un elenco che, per quanto lungo, non sarebbe mai completo.

Queste situazioni di ansia di stress, che ci permeano la vita, vengono poi amplificate dai giornali, alcuni dei quali veramente specializzati in questo campo, dai talk show e dalle discussioni del bar, quindi siamo anche contagiati da paure potenziali che non nascono da un pericolo imminente reale.

È vero la paura (come insieme di paure) era presente anche nel passato, anzi possiamo dire che le ragioni per avere paura, il senso di insicurezza potevano avere più fondamento che oggi. Forse, se ne aveva una percezione diversa: proprio perché la qualità della vita era scadente, il senso di precarietà accentuato, le attese minori, in fondo il problema era mettere pane e companatico in tavola alla sera, c’era meno tempo di preoccuparsi oltre. Potremmo supporre che fosse diffuso un senso di fatalismo nell’accettazione della realtà? Infine, di ciò che avveniva nel mondo si sapeva poco e la vita si rinchiudeva negli ambiti ristretti del proprio paese e nelle immediate vicinanze da dove potevano giungere notizie.

Oggi invece noi allarghiamo lo sguardo su tutto il pianeta, ci rendiamo conto dei grandi problemi che sta attraversando la nostra epoca e, di conseguenza, l’insicurezza, l’incertezza sono molto più forti che nel passato. Ci sono paure che oggi sono più avvertite: la paura dell’insuccesso, della precarietà, della perdita di un proprio ruolo, di esser emarginati, la consapevolezza che il progresso non è solo progressivo ma aumentano i rischi, tutto ciò ha certamente una influenza sul nostro “modo di essere”. Non sono quindi solo avvertite le minacce dirette fisiche che si presentavano soprattutto nel passato, ma anche quelle che investono oggi il proprio io profondo.


SITO INDIPENDENTE sponsorizzato da "Didatec"   

© Didatec di Urbani Francesco - Via Galvani, 33 - 36078 Vladagno (VI) P.I. 03601840246

Cerca

Esercizi

Job Scuola, propone in via sperimentale una serie di esercizi GRATUITI di Matematica per la Scuola Elementare e Invalsi (già attivi) e per la Scuola Media (in costruzione).

Gli esercizi di matematica vengono proposti come ripasso ed esercitazione per migliorare la velocità di elaborazione, come ripasso prima del ritorno a scuola e per il recupero scolastico.

Se trovate qualche errore Vi saremo molto grati per una segnalazione; scrivete qui; grazie.

SPONSOR

Tecnologie per la didattica.

 

Collabora con noi !!

 

 

Aiutaci ad arricchire, in base alle tue esperienze nella formazione, questo sito, proponendo articoli sulle tematiche della scuola che ritieni interessanti per proporre una didattica alternativa, più moderna e più efficace. Raccogli e invia le tue idee, i tuoi progetti, le tue riflessioni per far crescere il mondo dell'appren dimento anche con i tuoi contributi.

RSS
SITO INDIPENDENTE sposorizzato da "Didatec"  Internet provider